Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Libri di M. Guerrieri

I Tondi di Doccia. Le Robbiane restaurate della Villa dell'ex-Manifattura

a cura di F. Guerrieri

editore: Polistampa

pagine: 44

Il volume, catalogo dell'omonima mostra allestita dal 31 ottobre al 29 novembre 2008 presso il Municipio di Sesto Fiorentino, illustra il restauro di una serie di tondi in terracotta invetriata realizzati negli anni Settanta del Settecento per adornare la facciata della Villa di Doccia, che proprio in quegli anni Lorenzo Ginori ristrutturava e ampliava. Otto tondi di 95 cm di diametro che, raffigurando uomini illustri come Donatello, Michelangelo, Luca della Robbia e Botticelli, rimandano alle glorie cittadine. Questa pubblicazione parla, quindi, della grande tradizione artistica della città di Firenze e di una delle manifatture più importanti del territorio, che ha contribuito a far conoscere l'arte e l'artigianato di quella città nel mondo. Sono presentati e riprodotti in numerose foto a colori e in bianco e nero anche i lavori di progettazione e recupero della villa, che è tornata a mostrare quei manufatti nell'originaria posizione.
7,00 6,30

Infrastrutture ferroviarie, metropolitane, tranviarie e per ferrovie speciali. Elementi di pianificazione e di progettazione

Marco Guerrieri

editore: Maggioli Editore

pagine: 266

Il volume presenta i criteri fondamentali di progettazione geometrico-funzionale delle infrastrutture per i sistemi di traspor
24,00 21,60

Il progresso in agricoltura

Odoardo Guerrieri Gonzaga

editore: Sometti

pagine: 192

Expo 2015 è la grande vetrina milanese che ci accompagna nel mondo dell'agricoltura e del cibo, frutto della terra. "Il progresso in agricoltura" ci avvicina a questo straordinario ambiente, raccontando l'evoluzione contadina fino al secondo Novecento, erede di una tradizione secolare: paesi e corti a struttura aperta ma in grado di risolvere autonomamente quasi tutte le esigenze di chi vi abitava e lavorava. Ecco quindi colture, bovini, animali di bassa corte, orto, vigna e frutti integrati da attività di falegnameria e dal fabbro, senza dimenticare i giochi dei bambini. L'autore ha scelto di appoggiare il racconto a una famiglia immaginaria ma verosimile, che illumina il racconto del progresso e delle prospettive future con i flash dei ricordi di un mondo antico. Un libro per tutti: adulti e ragazzi, agricoltori e studenti, vecchie e nuove generazioni.
13,00 11,70

Apple come esperienza religiosa

Antonio Guerrieri

editore: Mimesis

pagine: 100

Culto della mela, comunità d'iniziati, fedeltà assoluta. Apple rappresenta per molti suoi appassionati qualcosa in più di una corporation dell'informatica: nella maniera di presentarsi al pubblico e nei sentimenti suscitati nei Mac-user, mostra somiglianze con quanto viene tradizionalmente attribuito alle religioni. Dalla scelta della mela, simbolo del peccato e della conoscenza, alla volontà di differenziarsi in modo eretico-rivoluzionario dall'ortodossia di IBM e Microsoft, Apple ha instillato e sfruttato il desiderio di appartenere a un gruppo elitario, accomunato dalla conoscenza di una verità nascosta ai più. Questo piccolo ma documentato libro si addentra in simili scenari con l'intento di verificare quel che di realmente religioso vi sia nel "culto" di Apple e nell'ammirazione, e quasi devozione, di tanti per la figura di Steve Jobs.
4,90 4,17

Il sistema delle arti nel territorio delle ville Tuscolane

Maria Barbara Guerrieri Borsoi

editore: Gangemi

pagine: 239

Il libro studia un territorio e alcune delle sue emergenze più significative: gli edifici con le decorazioni interne, il passato con i suoi resti, la terra con le sue colture. L'uomo ha modellato questo habitat felice. I giardini si incastrano tra la campagna e le ville, le dimore grandeggiano intorno alla città, le strade scorrono tra ruderi e casali. Guardiamo questo mondo attraverso le immagini antiche, le parole di chi ci ha vissuto o lo ha visitato, i documenti che risarciscono la memoria perduta. L'arte prende molte forme diverse, dall'architettura costruita a quella intagliata nel corpo vivo della natura, dai mascheroni scolpiti nella roccia alle statue raffinate, dai disegni ai dipinti. Storia e natura, arte e natura. Non si è voluto scegliere: abbiamo voluto vedere insieme, fondere.
32,00 27,20

Piero Sanpaolesi. Restauro e metodo

a cura di G. Tampone, F. Guerrieri

editore: Nardini

"Un libro, racconta Tampone anche allievo di Sanpaolesi scomparso nel 1980, che rende omaggio alla figura più importante di studioso delle cupole in Italia. Fu proprio SanPaolesi nel 1972 a scrivere il saggio ancora attuale 'La cupola di Santa Maria del Fiore e il mausoleo di Solanieh', il primo studio che ricollegava il capolavoro del Brunelleschi all'opera di Soltanieh (= città imperiale), sulla strada da Tabriz a Teheran. È una storia affascinante quella delle analogie tra due opere apparentemente così lontane geograficamente. Il Brunelleschi non andò a vedere il mausoleo di persona ma sicuramente venne a conoscenza di questa struttura già famosa ai tempi della sua costruzione in un periodo di Intensa frequentazione di mercanti italiani nell'Impero mongolo. Le due cupole furono così ideate nello stesso tempo: 1295 la S. Maria del Fiore (la cupola fu poi effettivamente costruita dal 1420 al 1436, Architetto Filippo di Ser Brunellesco), il Mausoleo di Oljaitu Kodabendah a Soltanieh fu interamente costruito tra il 1304 e il 1312, Architetto Xaidiè Ali Shah, di Tabriz. Entrambe riprendono la remota tradizione del megalitismo europeo di costruzione di cupole senza uso di centine di cui le realizzazioni preelleniche micenee (tombe dei cosiddetti eroi omerici come Tesoro di Atreo, Tomba di Clitemnestra e altre simili), rappresentano il vertice. Infine sono entrambe sostenute da otto pilastri collegati da arconi, sono a doppio guscio e sono nervate da costoloni".
38,00

Raccogliere «curiosità» nella Roma barocca. Il museo Magnini Rolandi e altre collezioni tra natura e arte

Maria Barbara Guerrieri Borsoi

editore: Gangemi

pagine: 159

La società romana del Seicento non fu solo appassionata dell'Antico e dell'Arte, ma anche attenta ai reperti naturali e agli oggetti provenienti da culture lontane o diverse. Proliferarono così collezioni dedicate contemporaneamente alla natura e all'arte nelle quali dominavano i reperti sorprendenti, inediti o rari, "curiosi" insomma. Fra questi musei, spesso appartenuti a borghesi e studiosi, è indagato con particolare cura quello di Carlo Antonio Magnini (1616-1683). Questi creò una celebre raccolta, famosa per le armi non meno che per i reperti naturali e le antichità, fra le quali erano apprezzate soprattutto quelle egizie. Al centro del mondo erudito del tempo, studioso di fenomeni naturali, Magnini utilizzò il suo museo, come molti altri uomini del suo tempo, per conquistare visibilità sociale. Sono altresì ricordati i grandi musei ai quali Magnini guardò con ammirazione e spirito di emulazione, ma anche un'altra decina di raccolte spesso quasi sconosciute, presentate in forma più sintetica. E così delineato un mondo variegato di collezioni e collezionisti, tra studio scientifico e fascinazione immaginifica. Il ricco apparato illustrativo privilegia le immagini d'epoca, preziose testimonianze iconografiche della sensibilità barocca.
25,00 21,25

Dieci secoli per la Basilica di San Miniato al Monte

a cura di F. Guerrieri, R. Manetti

editore: Polistampa

pagine: 176

La storia, l'arte, il simbolismo della Basilica di San Miniato al Monte sono esaurientemente trattati in quest'opera, pubblicata in occasione dei dieci secoli di vita dell'edificio. Il volume, che accompagna l'omonima mostra allestita presso la Galleria Pio Fedi di Firenze dal 26 maggio al 14 giugno 2007 - e una giornata di studio sulla basilica (Firenze, 26 maggio 2007), racchiude testi di Francesco Gurrieri, Renzo Manetti, Graziella Coi e Carlo Alberto Garzonio. La chiesa attuale non è il frutto di un progetto unitario realizzato in pochi decenni, ma di un lavoro durato quasi duecento anni, con continue modifiche e accrescimenti rispetto al proposito iniziale.
28,00 25,20
25,00 21,25

Intensity scale ESI 2007

Luca Guerrieri, Eutizio Vittori

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

pagine: 56

Scala di intensità basata sugli effetti cosismici prodotti sull'ambiente che è il risultato di un processo di revisione delle precedenti versioni realizzato anche nell'ambito delle attività dell'INQUA. La scala è utilizzabile oltre che per terremoti futuri anche per la revisione di terremoti storici.
8,00

A scuola di adozione. Piccole strategie di accoglienza

Anna Guerrieri, M. Linda Odorisio

editore: ETS

pagine: 88

Nonostante oggi si parli molto di adozione, tantissime sono le difficoltà che i figli adottivi continuano a trovare nella scuola. Le famiglie si scontrano con il mondo scolastico senza trovare strade per dialogare. Gli insegnanti dal canto loro sentono il bisogno di strumenti agili da plasmare a seconda delle loro esigenze.
10,00 9,00
28,00 25,20
26,00 22,10

Villa Rufina Falconieri. La rinascita di Frascati e la più antica dimora tuscolana

Maria Barbara Guerrieri Borsoi

editore: Gangemi

pagine: 160

Il libro ricostruisce le vicende di Frascati nel Cinquecento, collegandole alla storia della Rufina, la più antica dimora nobiliare del territorio tuscolano in età moderna. Fondata da Alessandro Rufini, protetto da Paolo III, la Rufina fu costruita a monte, su un sito antico, quasi a rivaleggiare con le ville romane. Successivamente fu accresciuta dagli Sforza e trasformata dai Falconieri. Nel Seicento fu ingrandita su un progetto qui attribuito a Camillo Arcucci e decorata da grandi maestri del Barocco romano. Il Settecento, secolo d'oro della vita mondana, vide il massimo splendore della villa, che fu modificata, soprattutto nel giardino, e ancora arricchita con importanti dipinti, alcuni dei quali identificati per la prima volta. La capillare ricerca documentaria consente di restaurare la memoria della villa più antica di Frascati, ridonando nuova chiarezza a vicende offuscate, inserite al centro di uno scenario capace di offrire spunti di novità su molte dimore tuscolane.
32,00 27,20
24,79 21,07

Il battistero di San Giovanni a Firenze. Atti delle conferenze propedeutiche al Convegno internazionale di studi

a cura di F. Guerrieri

editore: Mandragora

pagine: 101

Il ciclo di conferenze, raccolte in vista del convegno internazionale "Il Battistero di San Giovanni
20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.