Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Libri di M. A. Rugo

Alimentare il desiderio. Il trattamento istituzionale dei disturbi dell'alimentazione

a cura di M. Recalcati, M. A. Rugo

editore: Cortina Raffaello

pagine: 376

Obiettivo del volume è presentare il caso grave nel contesto della clinica dei disturbi dell'alimentazione (DA), considerandol
28,00 23,80

Uno per tutti, uno per uno. La cura residenziale dei disturbi del comportamento alimentare

Michele A. Rugo, Erika Minazzi

editore: Franco Angeli

pagine: 224

Nella vasta letteratura relativa ai disturbi del comportamento alimentare, pochissimi sono i testi che si riferiscono al trattamento residenziale. Viene descritta in questo libro l'importanza di un approccio multidisciplinare integrato e gli effetti terapeutici che tale modalità di cura sortisce. La condivisione, il transfert, la convivenza, il contributo delle istituzioni, la presa in carico dei familiari e la riabilitazione psico-nutrizionale rappresentano le fondamenta del percorso che i pazienti affrontano per periodi medio lunghi in un ambito comunitario. Gli autori sostengono la scommessa, in un contesto di cura inevitabilmente di tipo gruppale, dell'applicazione di una terapia il più specifica possibile per ciascun individuo. Lontani da metodi clinici applicabili indistintamente all'insieme, gli autori descrivono come sia possibile, anche attraverso numerosi casi clinici, "rompere lo speculare per arrivare all'essere". Nel rispecchiamento e nell'illusione di "essere tutti uguali" l'intervento residenziale mira a estrarre le particolarità di ognuno, restituendo al soggetto l'autonomia decisionale e liberandolo così dal giogo del sintomo alimentare.
28,00

Tossicodipendenza e alcolismo oggi. Quale cura per il soggetto?

Michele Rugo, Roberto Pozzetti

editore: Di Girolamo

pagine: 64

Il tossicodipendente e l'alcolista, negli ultimi trent'anni, hanno cambiato approccio all'utilizzo delle sostanze. Sono lontani i tempi della ricerca di paradisi artificiali a fini introspettivi e di conoscenza profonda di se stessi. Nell'epoca contemporanea si ricercano le sostanze per scopi ludici oppure come forma di terapia dall'ansia e dalla depressione, generate anche dalle richieste prestazionali della società. Il consumatore di sostanze inebrianti non chiede subito una cura in quanto crede di averla già trovata nello stupefacente. La psicoanalisi cerca invece di ricostituire la soggettività dell'individuo e di smascherare la sofferenza nascosta dall'uso della droga.
5,00 4,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.