Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Libri di Irvin D. Yalom

Psicoterapia esistenziale

Irvin D. Yalom

editore: Neri Pozza

pagine: 638

Nel 1892 Sigmund Freud trattò con successo il caso di una giovane donna che soffriva di difficoltà deambulatorie psicogenetich
20,00 17,00

Diventare se stessi

Irvin D. Yalom

editore: Neri Pozza

pagine: 392

Nel pantheon degli scrittori di Irvin Yalom, un posto di primo piano spetta a Charles Dickens, alle cui opere gli capita spesso di ritornare. Rileggendo di recente Storia di due città dello scrittore inglese, l'autore delle Lacrime di Nietzsche si è imbattuto in una frase che costituisce un perfetto esergo di questo libro: «Poiché, quanto più m'avvicino alla fine, viaggio come in circolo e m'avvicino sempre più al principio. Mi pare che la via si spiani e si faccia più agevole. Il mio cuore è adesso commosso da molte memorie che a lungo erano rimaste sopite...». Sorte dalla commozione dei ricordi che, inesorabili, riaffiorano quando lo scorrere del tempo spinge a riconsiderare la propria storia e il proprio passato, le pagine che seguono spianano per il lettore la via più agevole per accostarsi alla vita e all'opera di Irvin Yalom. Dall'arrivo a Ellis Island dei suoi genitori, ebrei emigrati dalla Russia in America senza un soldo, senza un'istruzione, senza sapere una parola d'inglese, all'infanzia trascorsa a scansare gli ubriachi che dormivano nell'atrio di casa, tra scarafaggi e ratti; dalla prima adolescenza vissuta in solitudine, sempre fuori posto, unico bambino bianco in un quartiere abitato da neri, unico ebreo in un mondo di cristiani («ebreuccio» lo chiamava il barbiere dalla faccia paonazza), all'incontro a soli quindici anni con Marilyn, destinata a diventare moglie, mentore e poi inseparabile compagna di vita che troverà «spassoso» il suo essere esperto nella terapia di gruppo; dalla memorabile conversazione avuta a vent'anni con suo padre, segnata dalla domanda: «Dopo la Shoah, com'è possibile che chiunque creda in Dio?», alla decisione di diventare medico, passando dagli anni travagliati dell'università fino al praticantato in psichiatria e alla scoperta della propria autentica vocazione, Yalom non tralascia alcun aspetto del lungo cammino che lo ha condotto a diventare uno dei più affermati psichiatri e autori del nostro tempo, mostrando, ad un tempo, come il compito ineludibile di diventare se stessi sia ciò che caratterizza la nostra esistenza.
18,00 15,30

Il dono della terapia

Irvin D. Yalom

editore: BEAT

pagine: 302

"I consigli di questo libro - scrive Irvin Yalom nell'introduzione al volume - sono tratti da annotazioni relative a quarantacinque anni di pratica clinica. Esso rappresenta un mélange particolare di idee e tecniche che ho trovato utili nel mio lavoro. Queste idee sono così personali, presuntuose e qualche volta originali che difficilmente il lettore potrà trovarle altrove". La terapia e il rapporto analista-paziente sono, come indica il titolo, l'argomento proprio di questo libro, ma in una maniera appunto così originale che l'esperienza terapeutica vi appare come una sorta di avventura, e analisti e pazienti vi sono raffigurati come singolari "compagni di viaggio" anziché come distaccati guaritori e infelici che soffrono. Unendo l'abilità di narratore al rigore dello studioso, l'autore di "Le lacrime di Nietzsche" racconta i casi clinici più difficili che gli siano mai capitati rileggendoli alla luce di un passo di Freud o di Schopenhauer, rivela il consiglio di un vecchio amico grazie al quale superò una delusione di gioventù, attinge alle pagine di Hermann Hesse per parlare di malattia e di guarigione. Guidato dalla passione per il compito" e messi da parte i consigli che gli suscitavano "meno entusiasmo", Yalom invita i lettori a seguirlo attraverso ottantacinque temi centrali della terapia contemporanea.
9,00 7,65

Il senso della vita

Irvin D. Yalom

editore: Neri Pozza

pagine: 272

17,00 14,45

Guarire d'amore. Storie di psicoterapia

Irvin D. Yalom

editore: Cortina Raffaello

pagine: 350

Un uomo che non riesce a controllare i suoi impulsi sessuali, una donna ossessionata da un amore divorante, uno scienziato che si convince di essere un impostore, una ragazza che rivela una insospettata doppia personalità, un uomo d’affari che non trova il coraggio di liberarsi di un mucchio di lettere ingiallite… Sono i protagonisti delle storie di psicoterapia in cui Irvin Yalom ha condensato le sue riflessioni sulle radici profonde del disagio esistenziale: pagine appassionate e brillanti, ricche di emozioni e di idee, sempre illuminate da una sorprendente sincerità. L’esperienza terapeutica vi appare come una specie di avventura e analista e paziente sono raffigurati come compagni di viaggio: la guarigione del paziente deve indurre il terapeuta a mettere in gioco tutte le sue carte senza barare. Il coinvolgente resoconto di questi incontri ci aiuta a riconoscere e a tenere a bada i nostri aspetti più oscuri: nell’intreccio di paure, ansie, solitudini e ossessioni è impossibile sentirsi solo un osservatore distaccato.
25,00 21,25

Creature di un giorno e altre storie di psicoanalisi

Irvin D. Yalom

editore: Neri Pozza

pagine: 224

Mai come in questo libro la scrittura di Yalom rivela la sua componente più nascosta, quella terapeutica, e permette al lettore di guardare negli occhi le due questioni fondamentali dell'esistenza: come vivere una vita piena e come conciliarsi con l'inevitabile prospettiva di abbandonarla. L'autore di "Le lacrime di Nietzsche", e di altre importanti opere di narrativa che hanno conquistato il favore di pubblico e critica nei numerosi paesi in cui sono apparse, presenta in queste pagine la grande esperienza accumulata in più di cinquant'anni di pratica psicanalitica, e con onestà intellettuale ci pone dinanzi a una serie di casi in cui, assieme ai suoi pazienti, ha affrontato il problema della perdita, dell'invecchiamento, della malattia e della solitudine. In pagine pervase da una grande umanità, con garbo e tuttavia con la precisione propria dell'analista, Yalom delinea una schiera di personaggi diversi tra loro per età, estrazione sociale, prospettive di vita, tra i quali uno scrittore vittima di un blocco creativo che, dopo aver letto "Le lacrime di Nietzsche", chiede di essere preso in cura; una ex prima ballerina della Scala che fa il suo ingresso teatrale, nello studio con in mano una fotografia che la ritrae giovane, splendida étoile della danza; un uomo d'affari con tutte le cose giuste attorno a lui, ma nessuna giusta dentro; e una redattrice in punto di morte, con l'aspetto esteriore di una malinconica figlia dei fiori degli anni sessanta.
17,00 14,45

Sul lettino di Freud

Irvin D. Yalom

editore: Neri Pozza

pagine: 490

"Sul lettino di Freud", scritto da Irvin D. Yalom, è un romanzo che si avventura nel mondo della terapia e del rapporto terapeuta-paziente, una sorta di istruzioni per l'uso per avvicinarsi al mondo dell'analisi e scoprire cosa accade realmente sul lettino di Freud. I protagonisti di "Sul lettino di Freud" sono Seymour Trotter, Ernest Lash e Marshal Streider, tre psicoterapeuti che condivideranno trionfi e fallimenti, onori e infamie della pratica terapeutica. Seymour Trotter ha settantun anni ed è uno psichiatra famoso e ammirato quando accetta in analisi Belle Felini, giovane e carina ma segnata da una lunga storia di autodistruzione. La paziente sembra pian piano migliorare quando Trotter viene accusato di comportamento inappropriato e sottoposto ad azione disciplinare. E qui entra in scena Ernest Lash, assistente universitario presso la facoltà di psichiatria, che viene incaricato del procedimento. Per lui l'incontro con Trotter segna una svolta che lo conduce sulla strada della psicoterapia trasformandolo in un affermato psicoterapeuta fino al giorno in cui, lui stesso incontra il paziente capace di sconvolgere la sua vita. Lash applica un approccio radicalmente nuovo, basato su una forma di «alleanza terapeutica» con il suo paziente Justin, ma quando quest’ultimo abbandona la moglie, Lash deve correre ai ripari perché capisce di aver commesso un grave errore di valutazione... Questo libro è anche cercato come: Sul lettino di Freud Yalom, Sul lettino di Freud Neri Pozza
18,00 15,30

Teoria e pratica della psicoterapia di gruppo

Irvin D. Yalom, Molyn Leszcz

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 681

Negli ultimi dieci anni la realtà che ci circonda, la società in cui viviamo, le nostre stesse abitudini quotidiane hanno conosciuto cambiamenti epocali e velocissimi. La terapia di gruppo, o meglio, le terapie di gruppo, che non solo si nutrono dèi rapporto terapeuta-cliente, ma anche e soprattutto di quello tra i membri del gruppo, della loro reciproca interazione e comunicazione, più di altre si sono dovute adeguare ai nuovi problemi che attraversano il nostro mondo, specchio di esigenze e bisogni in rapida evoluzione. Nascono così terapie di gruppo in rete, terapie di sostegno per affrontare l'etnodiversità o per uscire dalle nuove forme di dipendenza, terapie da affiancare alle cure mediche, e così via. Questa nuova edizione la quinta, completamente rivista -del fondamentale manuale di Irvin. D. Yalom è il frutto del capillare lavoro di aggiornamento condotto insieme a Molyn Leszcz per offrire a tutti gli operatori del settore uno strumento rinnovato nei contenuti, ma sempre fedele a quella chiarezza di esposizione, incisività e acutezza che hanno convinto Jerome Frank, colonna portante della psichiatria del Novecento, a definire Teoria e pratica della psicoterapia di gruppo come "il miglior libro esistente sull'argomento, oggi e nel futuro a venire".
64,00 54,40

Il dono della terapia

Irvin D. Yalom

editore: Neri Pozza

pagine: 302

"I consigli di questo libro - scrive Irvin Yalom nell'introduzione al volume - sono tratti da annotazioni relative a quarantacinque anni di pratica clinica. Esso rappresenta un mélange particolare di idee e tecniche che ho trovato utili nel mio lavoro. Queste idee sono così personali, presuntuose e qualche volta originali che difficilmente il lettore potrà trovarle altrove". La terapia e il rapporto analista-paziente sono, come indica il titolo, l'argomento proprio di questo libro, ma in una maniera appunto così originale che l'esperienza terapeutica vi appare come una sorta di avventura, e analisti e pazienti vi sono raffigurati come singolari "compagni di viaggio" anziché come distaccati guaritori e infelici che soffrono. Unendo l'abilità di narratore al rigore dello studioso, l'autore di "Le lacrime di Nietzsche" racconta i casi clinici più difficili che gli siano mai capitati rileggendoli alla luce di un passo di Freud o di Schopenhauer, rivela il consiglio di un vecchio amico grazie al quale superò una delusione di gioventù, attinge alle pagine di Hermann Hesse per parlare di malattia e di guarigione. "Guidato dalla passione per il compito" e messi da parte i consigli che gli suscitavano "meno entusiasmo", Yalom invita i lettori a seguirlo attraverso ottantacinque temi centrali della terapia contemporanea.
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.