Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Libri di Francesco Cappa

Verso una pedagogia degli effetti. Esperienza formativa e riflessione clinica

Francesco Cappa

editore: Franco Angeli

pagine: 238

È possibile pensare una pedagogia non fondata sulle intenzioni, su un quadro di valori già istituito o su fini a priori evidenti? I testi raccolti in questo volume tentano di costruire una trama di relazioni, di riflessioni, d'interpretazioni dell'esperienza formativa che consentano al lettore di affrontare questa domanda esplorando alcune ipotesi e tenendo conto di alcuni strumenti propri del discorso culturale che investe oggi la pedagogia. Se si segue questa trama apparirà evidente che quel che conta è provare a comprendere meglio quali logiche segnano le pratiche formative, minime e allo stesso tempo specifiche, che trasformano la nostra esperienza. Il volume propone un percorso che parte dalla varietà delle esperienze formative, dal valore che tali esperienze assumono nella vita diffusa, dai loro rapporti con la temporalità, con il desiderio di educare, con gli scenari che educatori, formatori e insegnanti devono affrontare quotidianamente per non rimanere alienati e offesi dai mutamenti più rilevanti dei sistemi sociali e culturali attuali. Interpretare l'esperienza formativa vuol dire descrivere le pratiche singolari che permettano di far emergere dalle maglie della propria storia di formazione un profilo di senso che non scompaia come un volto di sabbia sull'orlo del mare. È questo l'intento di una riflessione clinica sulla formazione, posizione teorica che inaugura una possibile pedagogia degli effetti.
28,00

Formazione come teatro

Francesco Cappa

editore: Cortina Raffaello

pagine: 181

Ogni esperienza formativa richiede una performance, che impegna in una stessa scena insegnanti e studenti, permettendo a entrambi di valorizzare competenze tacite. Dove prende il formatore gli elementi che gli permettono di interpretare in modo corretto questa performance che deve avere fini pedagogici? A quale tipo di saperi fa riferimento per rendere efficaci gli esiti della sua azione? A tali domande risponde la riflessione proposta in questo volume, centrata sull’analisi delle caratteristiche teatrali implicite nei processi formativi, facendo dialogare il sapere di importanti rappresentanti della tradizione teatrale del XX secolo, come Artaud, Grotowski, Brook e altri, con il più recente dibattito sulle metodologie della formazione.
18,00 15,30
13,00 11,70

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.