Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Libri di Bruno Zevi

Zevi su Zevi. Architettura come profezia

Bruno Zevi

editore: Marsilio

pagine: 245

I luoghi, gli avi, la fatidica data di nascita, la cospirazione antifascista, l'esperienza americana, gli incontri, i personag
23,00 19,55

Architettura e storiografia Le matrici antiche del linguaggio moderno seguito da «La storia come metodologia del fare architettonico»

Bruno Zevi

editore: Quodlibet

pagine: 216

"Si suole affermare che il linguaggio moderno ha determinato una cesura nell'evoluzione architettonica, azzerando la tradizion
20,00 17,00

Giuseppe Terragni

Bruno Zevi

editore: Castelvecchi

pagine: 210

Giuseppe Terragni (1904-1943) è stato il più importante esponente del razionalismo architettonico italiano fra le due guerre m
27,00 22,95

Frank Lloyd Wright

Bruno Zevi

editore: Castelvecchi

pagine: 282

Una vera e propria guida - con tanto di indirizzi - dell'opera di Frank Lloyd Wright (1867-1959), che fin dall'esilio american
32,00 27,20

Controstoria e storia dell'architettura

Bruno Zevi

editore: Castelvecchi

pagine: 1074

Volume 1
150,00 127,50

Ebraismo e architettura

Bruno Zevi

editore: Giuntina

pagine: 132

Esiste un'arte ebraica? È prodotto esclusivo di artisti ebrei, o invece configura un orientamento valido anche per non-ebrei?
10,00 8,50

Saper vedere la città. Ferrara di Biagio Rossetti, «la prima città moderna d'Europa»

Bruno Zevi

editore: Bompiani

pagine: 336

Quali eventi, quali strategie progettuali fecero della Ferrara estense, nel 1492, "la prima città moderna d'Europa", come la d
15,00 12,75

Architectura in nuce

Bruno Zevi

editore: Quodlibet

pagine: 292

Questo saggio - illustrato in maniera del tutto personale, con una freschezza e una radicalità pari a quelle del precedente "S
30,00 25,50

Erich Mendelsohn

Bruno Zevi

editore: Castelvecchi

pagine: 210

Erich Mendelsohn (1887-1953) è stato definito l'unico architetto rivoluzionario della sua generazione
27,00 22,95

Storia dell'architettura moderna

Bruno Zevi

editore: Einaudi

pagine: 725

Nel primo volume della "Storia dell'architettura moderna" sono documentate le origini del movimento moderno, la prima età pionieristica con le Arts and Crafts di Morris, e l'Art Nouveau di Horta, van der Velde, Olbrich, Gaudí e Loos, il periodo razionalista segnato da Le Corbusier, Gropius e il Bauhaus, Mies van der Rohe, e dall'espressionismo di Mendelsohn, finalmente la stagione organica di cui è protagonista Aalto. In questo volume la vicenda si amplia con l'itinerario organico americano, entro cui splende il genio di Frank Lloyd Wright, e con i complessi apporti linguistici degli ultimi 45 anni, fermentati da Scharoun, Pietilä, Utzon, Gehry. L'architettura moderna diventa sempre più differenziata, senza perdere la sua identità. Questo volume comprende tavole cronologiche relative agli anni 1725-1995, il maggiore apparato bibliografico esistente e l'indice generale dei nomi, dei luoghi e delle correnti figurali, dal cubismo al decostruttivismo. Per la vastità del materiale illustrativo, i due libri potrebbero intitolarsi "enciclopedia dell'architettura moderna", e sarebbe, tra le enciclopedie, la più comprensiva e attuale, anche perché include l'intera operosità urbanistica, dai grandiosi lavori ottocenteschi di Parigi, Vienna, Madrid alle "New Towns" britanniche e scandinave e ai progetti della città del 2000.
38,00 32,30

Storia dell'architettura moderna

Bruno Zevi

editore: Einaudi

pagine: 310

Benché s'interrompesse con il 1950, la "Storia dell'architettura moderna" di Bruno Zevi risultava insostituibile per architetti, cultori d'arte e studenti, in Italia e all'estero. L'attuale edizione contiene gli aggiornamenti riguardanti i quarant'anni successivi, nonché una radicale revisione filologica e critica delle vicende che, prendendo le mosse dagli "architetti della rivoluzione" francese, sfociano nelle grandi figure di Wright, Le Corbusier, Gropius, Mies van der Rohe, Mendelsohn, Aalto. La cosiddetta "crisi del movimento moderno" si manifesta in una pluralità di correnti, dal neoespressionismo all'informale, dall'High-Tech al decostruttivismo, in cui emergono le personalità di Scharoun, Kahn, Saarinen, Niemeyer, Rudolph, Erskine, Utzon, Safdie, Johansen, L'Archigram Group, i metabolisti giapponesi, Foster, Rogers e Gehry. Ne discende un panorama estremamente fecondo sul terreno delle realizzazioni e anche gremito di ipotesi sull'assetto urbano e sull'habitat del futuro. L'"action-architetture" e il recupero del Kitsch metropolitano, promosso dalla pop-art, strutturano un linguaggio in cui fondono la tecnologia dell'opulenza e quella della povertà, la progettazione col computer e quella spontanea, gergale. Un'architettura colta e popolare, dove la ricerca estetica più avanzata incentiva la registrazione dell'evento, rendendo il processo creativo gestibile da parte di tutti.
38,00 32,30

Saper vedere l'architettura. Saggio sull'interpretazione spaziale dell'architettura

Bruno Zevi

editore: Einaudi

pagine: 213

Avete mai pensato alla vostra casa, all'ufficio, alla scuola, al cinema, alla trattoria, ai negozi, alle strade che frequentate? Avete riflettuto sul valore specifico dell'architettura, rispetto a quello delle altre arti figurative? Che differenza c'è tra la vostra abitazione e un tempio, o un arco di trionfo? Il giudizio che diamo su un monumento di Bramante è basato su criteri diversi da quelli su cui si fonda l'apprezzamento di un'opera di Le Corbusier? L'architettura è un'arte "astratta", oppure ha precisi contenuti? "Saper vedere l'architettura" risponde a questi interrogativi: il suo proposito è di rivelare il segreto, l'essenza spaziale dell'architettura, affinché tutti sappiano vedere gli ambienti in cui spendono tanta parte dell'esistenza.
25,00 21,25

Storia dell'architettura moderna

Bruno Zevi

editore: Einaudi

pagine: 457

Questa edizione dell'opera di Zevi presenta aggiornamenti riguardanti l'ultimo quarantennio e una radicale revisione filologica e critica delle vicende che, prendendo le mosse dagli "architetti della rivoluzione" francese, sfociano nelle grandi figure di Wright, Le Corbusier, Gropius, Mies van der Rohe, Mendelsohn, Aalto. Per la vastità del materiale illustrativo, questa storia dell'architettura potrebbe essere considerata una vera e propria enciclopedia dell'architettura moderna, anche perché include l'intera opera urbanistica, dai grandiosi lavori ottocenteschi di Parigi, Vienna e Madrid alle "New Towns" britanniche e scandinave, ai progetti della città del 2000.
38,00 32,30

Tutto Zevi 1934-2000

Bruno Zevi

editore: Mancosu Editore

pagine: 150

413,17 351,19

Erich Mendelsohn. Opera completa. Architetture e immagini architettoniche

Bruno Zevi

editore: Testo & Immagine

pagine: 552

Il libro ripercorre la lezione di Mendelsohn, dalle innovazioni linguistiche espressioniste in Germania, culminate con la Torre Einstein a Potsdam (1920), al periodo più attento al razionalismo (1925-1931), alle opere dell'esilio in Gran Bretagna, Palestina e USA. Il volume si conclude con una appendice dedicata agli architetti contemporanei che hanno proseguito il cammino tracciato da Mendelsohn.
90,00 76,50
20,00 17,00
18,59 15,80

Saper vedere la città. Ferrara di Biagio Rossetti, «la prima città moderna europea»

Bruno Zevi

editore: Einaudi

pagine: 216

Nel 1860, in Die Kultur der Renaissance, Jacob Burckhardt affermava: "Ferrara ist die erste moderne Stadt Europas". Quali eventi, quali strategie progettuali fecero della roccaforte estense, nel 1492, "la prima città moderna europea"? Il quesito non riguarda soltanto la specifica operazione urbanistica che spalancò il vecchio nucleo medievale all'immensa Addizione Erculea; coinvolge l'intera tematica del pianificare, dagli assetti territoriali alla città intesa come opera d'arte, dalle emergenze architettoniche all'arredo di piazze e strade, soprattutto alla poetica del non-finito e dell'angolo, unicum nella storia; una fruizione temporale, cinetica, nell'ambito di un impianto rinascimentale.
24,00

Saper vedere l'architettura. Saggio sull'interpretazione spaziale dell'architettura

Bruno Zevi

editore: Einaudi

pagine: 213

Avete mai pensato alla vostra casa, all'ufficio, alla scuola, al cinema, alla trattoria, ai negozi, alle strade che frequentate? Avete riflettuto sul valore specifico dell'architettura, rispetto a quello delle altre arti figurative? Che differenza c'è tra la vostra abitazione e un tempio, o un arco di trionfo? Il giudizio che diamo su un monumento di Bramante è basato su criteri diversi da quelli su cui si fonda l'apprezzamento di un'opera di Le Corbusier? L'architettura è un'arte "astratta", oppure ha precisi contenuti? Il testo analizza questi problemi, vuole rispondere a questi interrogativi: il suo proposito è di rivelare l'essenza spaziale dell'architettura, affinché tutti sappiano vedere gli ambienti in cui spendono tanta parte dell'esistenza.
22,00

Storia dell'architettura moderna

Bruno Zevi

editore: Einaudi

pagine: 299

Questa edizione dell'opera di Zevi presenta aggiornamenti riguardanti l'ultimo quarantennio e una radicale revisione filologica e critica delle vicende che, prendendo le mosse dagli "architetti della rivoluzione" francese, sfociano nelle grandi figure di Wright, Le Corbusier, Gropius, Mies van der Rohe, Mendelsohn, Aalto. Per la vastità del materiale illustrativo, questa storia dell'architettura potrebbe essere considerata una vera e propria enciclopedia dell'architettura moderna, anche perché include l'intera opera urbanistica, dai grandiosi lavori ottocenteschi di Parigi, Vienna e Madrid alle "New Towns" britanniche e scandinave, ai progetti della città del 2000.
38,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.