Libri della collana I fondamenti. Cos'è pubblicati da Ediesse
Novità Libri adottati nelle Università di Milano Tutti i libri corso per corso, esame per esame

Ediesse: I fondamenti. Cos'è

Ecologia urbana

Simone Fattorini

editore: Ediesse

pagine: 300

Le città sono ecosistemi in cui l'uomo interagisce con numerose altre specie preesistenti allo sviluppo urbano o che hanno col

L'epigenetica

Flavio D'Abramo

editore: Ediesse

pagine: 300

Il volume introduce il lettore all'epigenetica, lo studio biologico della continuità tra organismi e ambienti, attraverso la s

Temperatura, energia, entropia

Andrea Baldassarri

editore: Ediesse

pagine: 404

Che cos'è la temperatura? Che cosa si nasconde dietro la nostra percezione di caldo e freddo? Le domande più semplici dischiud

Il fine vita

Maurizio Di Masi

editore: Ediesse

pagine: 246

Casi giurisprudenziali come quelli di Piergiorgio Welby ed Eluana Englaro hanno portato al centro del dibattito politico e giuridico le questioni concernenti l'autodeterminazione, il rispetto dell'identità personale, il dilemma di come garantire i diritti fondamentali agli incapaci di intendere e di volere, la non sempre pacifica relazione di cura tra paziente, famiglia e personale sanitario. Chi decide, dunque, sul fine vita? Quali certezze il diritto può dare ai malati, la cui dignità dev'essere garantita sino all'ultimo istante di vita, e ai curanti, su cui incombe l'ombra dell'eutanasia? Le risposte che si è soliti dare a tali quesiti possono essere sintetizzate partendo dalla creazione di alcune dicotomie: sacralità/qualità della vita, indisponibilità/disponibilità della vita, eteronomia/autonomia. Da qui derivano differenti paradigmi di regolamentazione giuridica: l'uno più rigido e meno rispettoso della libertà personale (emblematico il d.d.l. cosiddetto Calabrò), l'altro maggiormente attento alla persona umana, alla sua autodeterminazione e alla sua dignità.

Terremoto e rischio sismico

M. Grazia Ciaccio, Giovanna Cultrera

editore: Ediesse

pagine: 209

Perché si verificano i terremoti? Come e dove avvengono? Come si propagano le onde sismiche? Le autrici rispondono a questi interrogativi e danno un significato all'espressione "rischio sismico" descrivendo come modalità costruttive degli edifici, studi sulla pericolosità sismica e applicazione della normativa antisismica influiscono sulla sicurezza della vita quotidiana. Roma è un ottimo esempio di quanto geologia, densità abitativa e patrimonio architettonico possano rendere una grande metropoli vulnerabile a terremoti forti sebbene distanti. Qual è l'impatto economico e sociale di un evento sismico? La storia racconta che spesso le conseguenze di un forte terremoto sono devastanti e possono comportare cambiamenti epocali. La sismologia svolge quindi un ruolo determinante e concorre a generare la consapevolezza che la prevenzione è l'unica difesa dai terremoti. Tuttavia in Italia scarsa attenzione istituzionale e scarsi investimenti nella ricerca rallentano lo sviluppo economico e contribuiscono alla diffusione del precariato anche in questo settore.

L'Architettura moderna. Le Courbusier, Mies Van Der Rohe, Terragni, Niemeyer

Luca Lanini

editore: Ediesse

pagine: 188

L'architettura moderna nasce dalla sovrapposizione di due grandi "rivoluzioni": quella tecnologica, che conduce all'introduzione di nuovi materiali soprattutto calcestruzzo e acciaio - nella costruzione dell'edilizia corrente, e quella figurativa, in cui è preminente il ruolo delle avanguardie novecentesche che nella pittura hanno già messo in crisi quella spazialità prospettica e tridimensionale tramandata invariata fin dal Rinascimento. Ma l'architettura moderna nasce soprattutto dalla risposta ad un interrogativo: qual è lo stile dell'architettura della "Prima età della macchina"? In questo libro la parabola dell'architettura moderna viene ricostruita attraverso l'opera di quattro protagonisti, scelti per raccontatore quattro "paradigmi" che rappresentano nodi problematici anche per l'epoca contemporanea: Le Corbusier per il paradigma dell'innovazione; Mies van der Rohe per quello della costruzione; Terragni per quello della sovversione del linguaggio; Niemeyer per quello del globale vs locale.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento