Libri della collana Psicologia clinica e psicoterapia pubblicati da Cortina Raffaello | P. 3
Test di ammissione 2021 a Medicina, Odontoiatria e Professioni sanitarie Tutti i libri per la preparazione al test

Cortina Raffaello: Psicologia clinica e psicoterapia

Pensare l'impensabile e altre esplorazioni psicoanalitiche

Nina Coltart

editore: Cortina Raffaello

Pensare l’impensabile è un classico della psicoanalisi britannica che non era mai apparso in Italia. Un’analista di grande ingegno ed esperienza clinica propone la sua visione di quelli che sono i fattori terapeutici e non terapeutici in psicoanalisi, della valutazione e dei criteri di analizzabilità, e delle caratteristiche personali che l’analista deve coltivare per praticare la “professione impossibile”. Nina Coltart descrive con limpidezza alcune situazioni cliniche in cui i sentimenti e i vissuti con cui l’analista è confrontato appartengono al dominio dell’impensabile, come per esempio il silenzio. Molti di questi casi ricorrono nei diversi capitoli, visti e analizzati da punti di vista differenti, diventando familiari per il lettore.
24,00 22,80

Dieci principi per una terapia di coppia efficace

John Gottman, Julie Schwartz Gottman

editore: Cortina Raffaello

pagine: 203

Come trattare qualcosa di così inafferrabile come una "relazione"? Come comprendere l'esperienza emotiva di entrambi i partner
24,00 22,80

Teoria della regolazione affettiva. Un modello clinico

Daniel Hill

editore: Cortina Raffaello

pagine: 264

Prefazione di Allan N. Schore Introduzione all’edizione italiana di Renata Tambelli Edizione italiana a cura di Renata TambelliCon chiarezza e senso pratico, Hill offre un modello comprensibile per la conduzione di una terapia di regolazione affettiva. I temi chiave dell’approccio di Hill focalizzato sull’affetto includono come e perché si sviluppano i differenti pattern di attaccamento; come i pattern di regolazione sono trasmessi dai caretaker ai bambini; a cosa assomigliano neurobiologicamente, psicologicamente e relazionalmente i pattern adattivi e disadattivi; in che modo i deficit di regolazione si manifestano come sintomi psichiatrici e disturbi di personalità; e, infine, i mezzi mediante cui i deficit di regolazione possono essere riparati.
27,00 25,65

Violazioni del setting

Glen O. Gabbard, Eva Lester

editore: Cortina Raffaello

pagine: 240

La prima edizione di Violazioni del setting è stata rivoluzionaria nell’affrontare un tema fino a quel momento considerato tabù. Questa edizione, interamente rivista, contiene una grande quantità di nuovo materiale, che riflette le attuali conoscenze e le tendenze emergenti rispetto alle violazioni dei confini. La forma più evidente di violazione del setting è quella sessuale, e l’autore si sofferma ad analizzare come tali situazioni si sviluppano e come distruggono la relazione analitica. Altre forme di violazioni dei confini (come quelle non sessuali e quelle relative al rapporto di supervisione) sono comunque trattate, incluso un capitolo istruttivo sulle violazioni del cyberspazio, una tipologia di violazione del setting che non poteva neppure essere prevista vent’anni fa.
24,00 22,80

La pratica del colloquio clinico. Una prospettiva lacaniana

Massimo Recalcati

editore: Cortina Raffaello

pagine: 275

Un giovane psicoanalista formato alla scuola di Lacan è chiamato a insegnare dall’Università di Urbino per la cattedra di Teoria e tecnica del colloquio psicologico. L’anno accademico è quello del 1999-2000. Le lezioni vengono seguite da centinaia di studenti: è la prima volta che il nome di Lacan non viene lasciato ai filosofi ma viene calato nella realtà viva della clinica psicoanalitica. Questo libro riporta quelle lezioni che hanno avviato molti allievi allo studio di Lacan e della psicoanalisi. Il lettore troverà inoltre un saggio e una conferenza di un Recalcati più maturo, che hanno sempre come tema il colloquio clinico e la costruzione del caso clinico in psicoanalisi.
26,00 24,70

Lo straniero a giudizio. Tra psicopatologia e diritto

Isabella Merzagora

editore: Cortina Raffaello

pagine: 160

Sempre più stranieri sono alle prese con le nostre leggi, che possono essere diverse dalle loro perché si tratta di prodotti culturali. Come deve comportarsi il diritto di fronte a questo “conflitto culturale”? Le cose si complicano quando il diritto si incontra anche con la psicopatologia, dato che la malattia mentale, i modi in cui viene chiamata non sono gli stessi ovunque. Come fare una perizia di questo tipo? Come evitare sia il pregiudizio culturalista sia le ingiustizie che possono scaturire da un approccio che non tenga conto delle differenze? Sono queste le domande a cui il libro risponde, anche sulla scorta di una ricerca su perizie relative a 86 stranieri.
17,00 16,15

Noi siamo un dialogo

Antropologia, psicopatologia, cura

Giovanni Stanghellini

editore: Cortina Raffaello

pagine: 285

Il dialogo è qui il concetto guida per affrontare tre questioni essenziali per la clinica: “che cos’è un essere umano?”, “che cos’è la patologia mentale?” e “che cos’è la cura?”. Essere umani significa essere in dialogo con l’alterità, la patologia mentale è l’esito di una crisi del proprio dialogo con l’alterità e la cura è il dialogo con un metodo il cui scopo è ristabilire il proprio dialogo con l’alterità. Lo scacco nell’incontro con l’altro porta alla patologia mentale. Il dialogo che cura questo scacco non ha come obiettivo la negoziazione di un costrutto condiviso. Piuttosto, è un movimento, la condivisione di un’intenzione, è l’atto di tendere verso l’altro.
26,00 24,70

Ascoltare i bambini. Psicoterapia delle infanzie negate

Luigi Cancrini

editore: Cortina Raffaello

pagine: 280

Cancrini propone qui cinque storie, raccontate dai bambini che le hanno vissute. Chi si prende cura oggi dei bambini maltrattati o infelici poco si preoccupa, abitualmente, di dare loro l’ascolto su cui sarebbe giusto basare il proprio intervento, e poco o nulla esiste in letteratura sul modo in cui il bambino riflette dentro di sé la complessità dolorosa delle situazioni in cui è costretto a crescere. Dalla lettura di questo testo emozionante emerge con chiarezza, anche per i non professionisti, la necessità di riconoscere il diritto alla psicoterapia per tutti i bambini che soffrono troppo. Evitando lo sviluppo di quelli che sarebbero, in mancanza di questo intervento, i gravi disturbi di personalità dell’adulto.
26,00 24,70

Rimuginio. Teoria e terapia del pensiero ripetitivo

Gabriele Caselli, Giovanni Maria Ruggiero
e altri

editore: Cortina Raffaello

pagine: 368

Rimuginare significa preoccuparsi delle cose negative che possono accadere ma anche riflettere continuamente sui propri errori, su ciò che desideriamo e non abbiamo, sulle ingiustizie subite. Il rimuginio prolunga e intensifica la sofferenza psicologica, ostacola una naturale regolazione delle emozioni, soprattutto quando i pazienti non riescono a liberarsene o quando viene ritenuto utile o necessario.Il testo ricapitola i risultati teorici, empirici e clinici della letteratura internazionale e del percorso di ricerca degli autori. Si chiarisce come le forme del rimuginio si interfacciano con i disturbi psicologici e si mostra ai clinici come intervenire sulle credenze metacognitive che orientano il rimuginio e sugli aspetti comportamentali che lo mantengono nel tempo.
32,00 30,40

Psicoterapia breve per il benessere psicologico

Giovanni Andrea Fava

editore: Cortina Raffaello

pagine: 180

La terapia per il benessere psicologico (Well-Being Therapy, WBT) è una strategia innovativa, elaborata da Giovanni Fava, basata sul monitoraggio del benessere psicologico, che il paziente progressivamente impara a incrementare. Questa terapia si è rivelata di grande efficacia e gode di una crescente popolarità in tutto il mondo. La prima parte del volume descrive come sia nata l’idea della WBT, il trattamento del primo paziente e le attuali evidenze a sostegno di questo approccio. Nella seconda parte l’autore delinea il manuale di trattamento della WBT, descrivendo gli obiettivi di ogni seduta e fornendo molti esempi tratti dai suoi casi. L’ultima parte riguarda alcune delle specifiche condizioni in cui la WBT può essere utilizzata e spiega come devono essere condotte le sedute. Comprende sezioni su depressione, sbalzi d’umore, disturbo d’ansia generalizzato, disturbo di panico, agorafobia e disturbo da stress post-traumatico. Sono inoltre incluse informazioni relative all’applicazione della WBT in interventi in ambito scolastico.
19,00 18,05

La famiglia del tossicodipendente

Stefano Cirillo, Roberto Berrini
e altri

editore: Cortina Raffaello

pagine: 300

Nuova edizioneL’aggiornamento del volume, vent’anni dopo la prima edizione, ha consentito di approfondire alcune teorizzazioni e procedure sorte in seno alla terapia familiare, alla teoria dell’attaccamento e all’infant research. I mutamenti che hanno coinvolto i consumatori di droghe, relativi alla qualità delle sostanze usate e alla loro diffusione capillare, hanno comportato una sovrapposizione di problemi non più circoscritti ai servizi per le tossicodipendenze, ma allargati ai consultori per adolescenti, ai servizi sociali, alle scuole e naturalmente ai terapeuti privati, ai quali le famiglie portano richieste di consultazione, a causa di figli tossicodipendenti di ogni età. Un fenomeno che rende imprescindibile il lavoro con le famiglie.
28,00 26,60

L'enactment nella relazione terapeutica. Caratteristiche e funzioni

Giuseppe Craparo

editore: Cortina Raffaello

pagine: 109

Partendo da una rassegna aggiornata della letteratura psicoanalitica, che mette a confronto la concezione dell'enactment nel modello teorico delle relazioni oggettuali e in quello relazionale, l'autore propone una personale riflessione teorico-clinica sull'enactment, intendendolo come una messa in atto, da parte del paziente, di memorie traumatiche depositate in aree "disaggregate" del proprio Sé, che fanno risuonare nel terapeuta contenuti protopsichici del suo inconscio personale responsabili di una temporanea dissociazione corpo-mente. Si tratta quindi di una comunicazione fra inconsci. Ma a quale tipo di inconscio bisogna fare riferimento? Prendendo spunto dalla propria esperienza clinica, l'autore suggerisce che si tratti dell'inconscio non rimosso, ovvero di un inconscio primitivo, pre-riflessivo, pre-verbale, un organo emotivo-ricettivo capace, nei soggetti sani, di intercettare il segnale emotigeno e di inviarlo all'altro inconscio, quello rimosso, perché possa essere simbolizzato e mentalizzato: una capacità, questa, che risulta gravemente compromessa nei cosiddetti pazienti difficili. In sintesi, il riferimento all'inconscio non rimosso porta a interpretare l'enactment come un temporaneo blackout di tipo dissociativo, che assume una fondamentale importanza per raggiungere quei nuclei emotivi del paziente esclusi dal circuito della simbolizzazione e dell'elaborazione verbale.
14,00 13,30

Vite non vissute

Esperienze in psicoanalisi

Thomas H. Ogden

editore: Cortina Raffaello

pagine: 230

Il grande psicoanalista Thomas Ogden analizza il ruolo dell’intuizione nella pratica psicoanalitica e il processo di sviluppo di uno stile analitico unico e soggettivo. Ogden affronta le molte interazioni tra verità e cambiamento psichico, l’effetto trasformativo degli sforzi di confrontarsi con la verità dell’esperienza e il modo in cui gli psicoanalisti possono comprendere l’evoluzione psichica dei loro pazienti. Vite non vissute traccia una nuova via che gli analisti possono percorrere per utilizzare la nozione di verità nel lavoro clinico, così come nella lettura psicoanalitica delle opere di Kafka e Borges. Come una vita non vissuta può essere riconquistata nell’esperienza dell’analisi
19,00 18,05

Il modello psicoanalitico della mente

Elizabeth L. Auchincloss

editore: Cortina Raffaello

pagine: 320

Nonostante l’influenza che la psicoanalisi ha avuto nell’ambito della salute mentale, finora nessun testo era stato scritto con l’intento di spiegare il modello psicoanalitico della mente ai molti interessati a comprenderlo. Il testo di Elizabeth Auchincloss segna una svolta: propone concetti complessi in maniera accessibile, libera la psicoanalisi da alcuni miti che l’hanno oscurata e chiarisce le controversie che per troppo tempo l’hanno interessata. L’autrice dimostra che il modello psicoanalitico della mente è compatibile con un approccio basato sul cervello. Anche per i pazienti i cui disturbi psichici hanno una base prevalentemente biologica, i fattori psicologici contribuiscono all’esordio, all’espressione e al decorso della patologia. Il modello psicoanalitico offre ai clinici una cornice per comprendere ogni paziente come essere psicologico unico e irripetibile. Prefazione di Otto Kernberg
32,00 30,40

La mente ossessiva. Curare il disturbo ossessivo-compulsivo

a cura di F. Mancini

editore: Cortina Raffaello

pagine: 505

La mente ossessiva (Curare il disturbo ossessivo-compulsivo) a cura di F. Mancini presenta un modello di comprensione del disturbo e della sua cura di tipo cognitivista, basato sui concetti di rappresentazioni e scopi perseguiti dalla persona. Il volume è scritto da professionisti che da vent’anni collaborano allo studio del disturbo ossessivo-compulsivo (DOC): tale disturbo consiste nei tentativi di prevenire o neutralizzare una colpa che, per esperienze infantili, si percepisce come catastrofica. I tentativi, però, generano conseguenze intrapsichiche e interpersonali che mantengono e aggravano il disturbo stesso. In La mente ossessiva viene presentata come strategia principale per la cura del DOC, l’accettazione dei rischi percepiti dalla persona e la riduzione della vulnerabilità al senso di colpa. Questo libro è anche cercato come: La mente ossessiva Mancini
38,00 36,10

Se il sole esplode. L'enigma della schizofrenia

Christopher Bollas

editore: Cortina Raffaello

pagine: 190

Nel momento in cui la prescrizione di farmaci è diventata trattamento di elezione per la schizofrenia Christopher Bollas, psicoanalista di fama mondiale, sostiene con forza che questi pazienti possono essere aiutati con altri trattamenti se, subito dopo l’esordio psicotico, viene data loro la possibilità di parlare con qualcuno regolarmente, per un periodo di tempo prolungato. Con grande delicatezza, l’autore descrive la schizofrenia come una modalità di risposta alla precarietà di un mondo altamente imprevedibile, ricordandoci che cercare qualcuno con cui parlare quando ci si sente afflitti è il principio fondamentale di qualsiasi cura dei conflitti umani.
21,00 19,95

Entrare in terapia. Le sette porte della terapia sistemica

Stefano Cirillo, Matteo Selvini
e altri

editore: Cortina Raffaello

pagine: 330

Da più di trent’anni gli autori lavorano in équipe con pazienti molto difficili e con le loro famiglie, nel solco della terapia della famiglia fondata da Mara Selvini Palazzoli. Il volume risponde ad alcune domande di fondo: quando, come e perché convocare famiglie, genitori, coppie e individui. Le richieste d’aiuto sono eterogenee ed è opportuno, fin dai primi contatti, avere una mappa su come procedere perché la risposta sia efficace. Le sette porte cui fa riferimento il titolo sono altrettanti sistemi diagnostici che permettono di elaborare interventi differenziati. Lo stratificarsi dell’esperienza clinica suggerisce che alcuni percorsi sono più validi di altri e contribuiscono a fondare buone pratiche.
29,00 27,55

Il circolo della sicurezza. Sostenere l'attaccamento nelle prime relazioni genitore-bambino

a cura di C. Pazzagli,

editore: Cortina Raffaello

pagine: 470

Viene presentato per la prima volta in maniera esauriente l’intervento basato sul Circolo della sicurezza, un efficace programma, fondato empiricamente, utilizzato in tutto il mondo con bambini, dalla nascita ai cinque anni, e genitori con difficoltà nei legami di attaccamento. Basato sulle più avanzate conoscenze nel campo dell’attaccamento e degli interventi precoci, il Circolo della sicurezza aiuta i genitori a sintonizzarsi con i bisogni emotivi dei propri bambini, sviluppando in loro fiducia e sicurezza. Scritto dagli ideatori dell’approccio, il libro riporta la struttura concettuale sottostante al Circolo della sicurezza e illustra con dettagli clinici l’innovativo assessment e le strategie di intervento.
45,00 42,75

Teoria e clinica psicoanalitica. Scritti scelti

Stephen A. Mitchell

editore: Cortina Raffaello

pagine: 290

Tanto nella teoria quanto nella pratica clinica, grazie alla sua capacità di sciogliere le principali dicotomie che hanno costellato la storia psicoanalitica, Stephen Mitchell è riuscito a dar vita a una psicoanalisi interessata a comprendere i molteplici modi in cui nella relazionalità umana fantasia e realtà, intrapsichico e interpersonale, passato e presente si fondono influenzandosi a vicenda. La capacità di tenere in equilibrio dialettico la natura illusoria e quella reale delle relazioni interpersonali costituisce la qualità principale di una relazionalità sana. In questo volume sono raccolti i principali articoli teorici e clinici di Mitchell, in cui l’autore descrive una visione della teoria e della cura analitica come la capacità, per dirlo con le sue parole, di “interiorizzare una sorta di amore per la vita che si conserva senza illusioni, eppure è continuamente arricchito da esse”.
28,00 26,60

La clinica psicoanalitica contemporanea

André Green

editore: Cortina Raffaello

pagine: 230

Mirando a rifondare teoricamente la clinica, André Green rivisita qui le basi stesse del metodo analitico. Traccia una nuova cartografia del campo psicoanalitico, ridefinito ormai dalla predominanza delle strutture non nevrotiche. Dopo il modello tecnico freudiano centrato sulla nozione di transfert, e il modello post-freudiano che privilegia il controtransfert, l’autore propone un pensiero clinico contemporaneo informato dal setting analitico e dalle sue variazioni, introducendo in particolare il concetto di setting interno dell’analista. Introduzione all’edizione italiana di Andrea Baldassarro
25,00 23,75

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.